La simbologia del Fiore di Loto

Il Fiore di Loto è dotato di una profonda simbologia presso il mondo orientale, esso rappresenta il percorso umano verso l’autorealizzazione, rappresenta l’elevazione dello spirito e allo stesso tempo il radicamento alla Terra e alla dimensione materiale dell’esistenza. Il Fiore di Loto nasce e vive in acque paludose, non potrebbe vivere altrove, poi piano piano si schiude e apre completamente i suoi petali al Sole come se volesse raggiungerlo. L’acqua paludosa in cui il Fiore di Loto nasce rappresenta la nostra dimensione terrena, materiale, sporca, fatta di difficoltà, fatta di necessità fisiche, fatta di dolori, fatta di aspetti spesso terribili, come la violenza, la morte, la paura, l’abbandono, eppure, quest’acqua paludosa è essenziale per la vita del Loto, è la sua base, è il terreno che gli permette di fiorire. Come il Loto fiorisce in acque paludose, cosi l’uomo può fiorire anche in mezzo alle difficoltà, anche in mezzo ai dolori l’uomo può giungere all’autorealizzazione, affondando i piedi nel fango della vita. Non serve una vita perfetta, una vita fatta solo di cose belle, per sbocciare. L’uomo è fatto per affondare le proprie radici nella Terra e per aprire la propria consapevolezza al Cielo. Non c’è bisogno di rinnegare la Terra per raggiungere il Cielo, non c’è bisogno di mortificare il corpo e la dimensione terrena per raggiungere l’autorealizzazione, c’è bisogno di imparare a far coesistere queste due dimensioni, c’è bisogno di imparare ad aprirsi alle dimensioni dello spirito senza rinnegare la dimensione materiale della vita, perché l’autorealizzazione è proprio questo, è saper vivere pienamente entrambe le dimensioni, terrena e spirituale, senza rinnegarne una in favore dell’altra.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *